Contributo alla salvaguardia delle vite umane e dei beni

Fra le attività "istituzionali" del Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare, la prevenzione dei danni a persone e cose dovuti a eventi atmosferici estremi e la salvaguardia delle vite umane in caso di calamità naturali costituiscono uno dei compiti primari; a essa il Servizio ha sempre dedicato e dedica una cura particolare.



Per svolgere al meglio tale attività nel pubblico interesse, il Servizio ha progressivamente sviluppato proficue collaborazioni con tutte le Autorità Nazionali preposte, definendo reciprocamente compiti e responsabilità sulla base di apposite Convenzioni.



Primaria attività è l'assistenza meteorologica alla navigazione aerea, settore nel quale, in aderenza ai principi sanciti dall'Organizzazione dell'Aviazione Civile Internazionale ICAO, il Servizio provvede a svolgere il compito di Veglia Meteorologica Aeronautica sull'intero spazio aereo italiano. Tutta l'informazione meteorologica aeronautica nonché gli avvisi di sicurezza per il Traffico Aereo Generale originata dal 1° Centro Meteorologico di Milano Linate, perviene in tempo reale all'Ente Nazionale di Assistenza al Volo, ENAV, e all'Ente Nazionale Aviazione Civile, ENAC, i due organismi che provvedono a gestire il traffico aereo commerciale sugli aeroporti civili del Paese.



Non meno rilevante il ruolo svolto dal Servizio nel campo della protezione civile. Nello specifico, il Servizio è responsabile dell'emissione degli avvisi di allerta, in caso di previsione di condizioni meteorologiche avverse, sull'intero territorio nazionale. L'informazione viene diramata, in tempo reale, a tutti gli Organi di Protezione Civile e, in particolare, alla Sala Operativa della Presidenza del Consiglio - Dipartimento della Protezione Civile, nonché alla Sala Operativa del Ministero degli Interni, per le successive azioni di prevenzione e di gestione dell'emergenza sulle zone interessate.



Per quanto riguarda l'attività di salvaguardia delle vite umane in mare, il Servizio provvede a redigere e ad emanare sia i bollettini dello stato del mare sull'intero Mediterraneo, con aggiornamento esaorario, sia gli eventuali avvisi di burrasca-tempesta. Sono stati stipulati appositi accordi con il Comando Generale delle Capitanerie di Porto per la diffusione via radio, con il sistema NAVTEX dei relativi comunicati a tutta l'utenza marittima, in modo tale che l'informazione raggiunga direttamente le imbarcazioni, rendendo più sicura la navigazione commerciale e da diporto.



Sicurezza in montagna. Il Servizio Meteorologico, in collaborazione con il l'Esercito Italiano Comando Truppe Alpine che gestisce una rete di stazioni nivometriche dislocate sull'intero arco alpino, svolge un servizio di allerta e di previsione di slavine e valanghe al fine di ridurre il rischio connesso al verificarsi di tali fenomeni.