U.S.A.M.


L'Ufficio Generale Spazio Aereo e Meteorologia, USAM, Meteorologia ha la missione di supportare il Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica nell'espletamento delle funzioni di alta direzione tecnica, di regolamentazione, di certificazione, di vigilanza e controllo in materia di meteorologia generale e aeronautica. Nello specifico provvede alla direzione, allo sviluppo tecnico-scientifico, alla regolamentazione, alla certificazione ed al controllo delle attività, dei sistemi e delle procedure di osservazione, accentramento, produzione e diffusione dei dati e prodotti meteorologici nonché delle attività addestrative e di qualificazione del personale.
Promuove, inoltre, lo sviluppo della meteorologia in ambito nazionale e mantiene il necessario coordinamento con i servizi meteorologici europei ed internazionali, con la Protezione Civile e le strutture meteorologiche delle Regioni Amministrative.
Il Capo dell'USAM- Reparto Meteorologia, rappresenta l'Italia nelle Organizzazioni Internazionali di interesse meteorologico, in particolare nella Organizzazione Meteorologica Mondiale, OMM, e per quanto di competenza, nella Organizzazione dell'Aviazione Civile Internazionale, ICAO.

È costituito da due Uffici:

1° Ufficio - Regolamentazione.Concorre alla definizione della politica di Forza Armata in ambito meteorologico, elabora proposte a carattere ordinativo ed organico per il Servizio Meteorologico dell'A.M.. Partecipa alla definizione degli obiettivi strategici del Servizio Meteo nel contesto della Forza Armata e allo studio, all'elaborazione dei requisiti per la regolamentazione tecnica e per le procedure di funzionamento degli osservatori, delle reti e dei sistemi di rilevamento dedicati alle osservazioni meteorologiche, delle articolazioni meteorologiche aeroportuali e delle reti e sistemi dedicati alla produzione e diffusione dei prodotti meteorologici a carattere previsionistico e climatologico. Cura, inoltre, la redazione e la pubblicazione della Rivista di Meteorologia Aeronautica.

2° Ufficio - Certificazione e Cooperazione Meteorologica. Concorre all'elaborazione dei profili di impiego dei militari del Servizio Meteo, studia ed elabora i criteri relativi ai profili di addestramento e mantenimento delle capacità operative del personale del Servizio Meteorologico dell'A.M, conferisce le qualifiche del personale della meteorologia, certifica i sistemi e le procedure per l'acquisizione, l'elaborazione e la fornitura dei prodotti meteorologici. Concorre all'individuazione delle misure più idonee a prevenire gli incidenti degli aeromobili e all'analisi dei dati nel caso se ne verificassero. Promuove e gestisce i rapporti con gli altri Dicasteri, Regioni Amministrative ed enti interessati nel campo della meteorologia, predisponendo la documentazione necessaria alla stipula delle convenzioni, accordi e protocolli per la cessione di dati, informazioni e prodotti meteo. Coordina le attività del Servizio Meteorologico dell'A.M. in ambito NATO.

Nel logo del Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare l'elemento centrale è un cristallo di ghiaccio a forma di stella. Il cristallo è circondato da quattro gocce di pioggia stilizzate e allungate in senso antiorario che simulano il moto circolare tipico dei mulinelli e dei vortici. Sotto il cristallo la rosa dei venti. Lo sfondo del logo è celeste come il cielo sereno. Il logo apparve per la prima volta sulla Rivista di Meteorologia Aeronautica vol.36, n.1, 1976.