CNMCA: In arrivo ondata di calore

Da Domenica 17 Giugno è previsto un sensibile aumento delle temperature, con picchi massimi intorno ai 38-40°C.

A causa di una massa d’aria di origine africana prossima ad estendersi verso il bacino del Mediterraneo, a partire dalla giornata di Domenica 17 Giugno si verificherà un sensibile aumento delle temperature sul nostro Paese, con picchi massimi intorno ai 38-40°C. In tutte le regioni centro-meridionali e sulla Pianura Padana si prevede il protrarsi di tale situazione per l’intera settimana a seguire, con tendenza a persistere, pur parzialmente attenuata, sino ai primi giorni del mese di luglio.

Le previsioni a media e lunga scadenza vengono elaborate dal Centro Nazionale di Meteorologia e Climatologia Aeronautica (CNMCA) del Servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare con l’ausilio di modelli matematici di simulazione atmosferica di tipo deterministico e probabilistico. Tali strumenti permettono di definire degli scenari a media e lunga scadenza, ovvero oltre il periodo di sette giorni e sino a un massimo di 30, assegnando ove possibile delle percentuali di probabilità di occorrenza dell’evento stesso.

Nell'immagine in apertura, sono rappresentate le anomalie di temperatura rispetto alla norma climatica per la settimana dal 18 al 24 giugno 2012: i valori in rosso riscontrabili sul territorio nazionale indicano eccedenze rispetto alle medie stagionali da 3 a 6°C.

Il CNMCA è l'organo operativo centrale del Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare con sede sull'aeroporto militare "Mario De Bernardi" di Pratica di Mare, Pomezia (Roma). Il Centro provvede a:

- ricevere, elaborare e diffondere, a livello nazionale e internazionale, i dati e delle informazioni meteo, convenzionali e da satellite;
- elaborare e distribuire analisi e previsioni meteorologiche di base per le esigenze specifiche della Forza Armata e per l'utenza aeronautica e generale;
- produrre e diffondere gli avvisi meteorologici per la Protezione Civile e per la salvaguardia della vita in mare;
- gestire le banche dati meteo e provvedere all'analisi, progettazione e sviluppo di nuovi prodotti per le esigenze degli Enti del Servizio.