2004-2014 Dieci anni del “Sentiero dell’Atmosfera”. Sestola – Monte Cimone 7-8 giugno 2014

“4 passi nel Clima che Cambia”. Un weekend ricco di eventi quello del 7 e 8 giugno 2014 a Sestola e sul Monte Cimone (MO).

Nel decennale del progetto che ha portato migliaia di visitatori a conoscere l’Osservatorio Meteorologico dell’Aeronautica Militare e la Stazione dell’ISAC-CNR in esso ospitata, uno dei più importanti Centri al mondo per il monitoraggio e lo studio dei gas serra.

 

Inaugurato nel giugno 2004, il progetto fu realizzato in cooperazione tra Parco del Frignano, Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima del Consiglio Nazionale delle Ricerche (ISAC-CNR), l’allora Ufficio Generale per la Meteorologia dell’Aeronautica Militare e Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (ARPA) dell’Emilia Romagna.
 

Il progetto didattico-ambientale, rivolto all’inizio principalmente alle scuole, consiste nell’apertura al pubblico i laboratori del Centro Aeronautica Militare di Montagna (CAMM) e della stazione “Ottavio Vittori” dell’ISAC-CNR di Bologna presenti in vetta presso la base del CAMM per far conoscere le attività che vengono svolte nell’ambito del monitoraggio dei gas serra e dello studio dell’atmosfera dopo aver percorso a piedi un sentiero del CAI (Centro Alpino Italiano) accompagnati da guide del Parco.
Lungo il sentiero, dai 1850 metri della località Pian Cavallaro fino ai 2165 metri della vetta, oltre agli aspetti naturalistici del Parco che vengono descritti dalla guida, sono stati predisposti 10 pannelli grafici che introducono i visitatori alla conoscenza dell’atmosfera, alla meteorologia, alla climatologia, alle tematiche ambientali e quindi alle attività svolte dai due Centri.

 

Foto 1. Uno dei pannelli lungo il sentiero che porta alla vetta

 

In questi 10 anni sono state migliaia i visitatori, non solo scuole ma anche gruppi organizzati e, da alcuni anni, in occasione del Sentiero estivo che vede i laboratori aperti tutti i mercoledì di luglio ed agosto, visitatori occasionali ed escursionisti amanti della montagna e interessati alle tematiche ambientali.
Per questo, nell’occasione del decennale, si è organizzato un evento celebrativo che si terrà a Sestola e sul Monte Cimone (MO) con tavole rotonde, laboratori in piazza, proiezioni di documentari, visite guidate e infine un concerto per il clima in vetta.
 

 

                    

Foto 2. Un momento dell’attività didattica in vetta                  Fig. 3. Visitatori sul il sentiero verso l’Osservatorio

 

L’evento si inserisce in una settimana peraltro già ricca per le attività del Centro. Infatti, nella giornata mondiale dell’Ambiente che ricorre ogni anno il 5 giugno dal 1972 sotto il patrocinio delle Nazioni Unite, la Commissione Ambiente della Regione Emilia Romagna effettuerà una riunione dall’alto significato simbolico proprio nei locali del CAMM in vetta al Monte Cimone.

Le attività svolte in vetta dal CAMM e dall’ISAC-CNR riguardano principalmente la misura, il monitoraggio e lo studio di gas serra quali Anidride Carbonica, Metano, Ozono, Radiazione Solare e Particolato atmosferico. In particolare le misurazioni di Anidride Carbonica di fondo in atmosfera, effettuate dal CAMM sin dal marzo 1979, costituiscono la serie storica più antica in Europa.

L’Osservatorio del Monte Cimone è la prima e unica stazione in Italia riconosciuta come stazione “Globale”, insieme a sole altre 27 stazioni nel mondo, all’interno del programma GAW (Global Atmosphere Watch) dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale, in base alla diversificazione delle misure svolte e la qualità dei dati prodotti.

 

Fig. 4. Le stazioni Global Stations del programma GAW dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale, tra cui Monte Cimone.

 

SCARICA IL LINK DEL PROGRAMMA