L'ambiente su MeteoAM

Dalla settimana scorsa, le pagine web del Servizio meteo dell’A.M. sono state arricchite con una sezione interamente dedicata alle Osservazioni Ambientali (link). Misure della qualità dell’aria, della composizione chimica dell’atmosfera – con specifico riferimento all’anidride carbonica, al metano e all’ozono, della radiazione solare, della torbidità dell’aria e della composizione delle precipitazioni. Tutti parametri di elevato interesse ambientale il cui monitoraggio è quindi di stretta attualità e di elevato interesse.
Come ogni genere di misura in ambito meteorologico e climatico, il valore delle informazioni aumenta con la lunghezza temporale delle serie, con la stabilità dei sistemi e con la continuità, perché consente analisi dei dati il più possibile scevre da condizionamenti altrimenti potenzialmente in grado di confondere dei segnale di variazione, cambiamento o oscillazione che dovessero emergere nel tempo.
Nonostante ciò, anche nel breve periodo – i dati vengono aggiornati quotidianamente – la lettura di quanto ci accade intorno ha il suo significato. In un trend di lungo periodo stabilmente positivo come quello della CO2, infatti, è possibile apprezzare le oscillazioni interannuali della concentrazione di questo gas in atmosfera riconducibili al ciclo stagionale o, se si preferisce, al letargo ed al risveglio della Natura. James Lovelock, scienziato e scrittore di fama mondiale, ha definito con grande efficacia queste oscillazioni “il respiro della Terra”. Un respiro che gli Enti e Reparti del Servizio Meteorologico dell’A.M., in particolare il CAMM di Monte Cimone e il CTM di Vigna di Valle, monitorizzano da decenni e che ora, con l’aiuto di queste nuove pagine, è a disposizione di tutti i lettori, nella sezione “Meteorologia” o nel riquadro a destra della nostra home page.

Il Centro Aeronautica Militare di Montagna di Monte Cimone-Sestola, in provincia di Modena, dipendente dal 1° Reparto Tecnico Comunicazioni di Milano- Linate, opera dal 1937 a 2.165m di quota, nei settori delle telecomunicazioni, della meteorologia classica per l’assistenza alla navigazione aerea, delle misure atmosferiche per gli aspetti previsionistici e statistico-climatologici e delle misure ambientali. Una serie di attività cui si somma il valore aggiunto di poter operare in una zona lontana da fenomeni di inquinamento locale e dunque altamente rappresentativa su vasta scala. La misura della concentrazione di anidride carbonica (CO2), effettuata dal C.A.M.M. a partire dal 1979, costituisce la serie storica con  campionamento continuo più lunga in Europa e la seconda più lunga al mondo. A partire da febbraio 2015, il C.A.M.M. ha avviato inoltre le misure in continuo della  concentrazione in atmosfera di metano, altro importante gas ad effetto serra. Presso la Base di Sestola si misura inoltre l’ozono stratosferico a partire dal 1975. La stazione di Monte Cimone è la prima e unica stazione in Italia riconosciuta come stazione “Globale”, all’interno del programma GAW (Global Atmosphere Watch)  dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale. Solo 29 stazioni nel mondo sono state insignite dello stesso riconoscimento, dovuto alla diversificazione delle misure svolte, la qualità dei dati prodotti e la solidità delle organizzazioni che sono in grado di garantire tale qualità nel tempo.

 

Il Centro Tecnico per la Meteorologia Aeronautica di Vigna di Valle è l'organo in cui è stata riconfigurata l'attività centenaria del Reparto Sperimentazioni di Meteorologia Aeronautica (Re.S.M.A.), relativa allo studio e alla verifica sperimentale della strumentazione meteorologica. Il Centro, dal 17 giugno 2015 alle dirette dipendenze della 4^ Brigata Telecomunicazioni e Sistemi per la Difesa Aerea e l'Assistenza al Volo di Borgo Piave, e quindi del Comando Logistico, garantisce l'efficienza delle reti osservative mantenendo gli standard prestazionali previsti dalla normativa nazionale ed internazionale, cura la documentazione tecnico-logistica degli assetti meteorologici e continua a sperimentare nuova strumentazione fornendo supporto tecnico-procedurale all'automatizzazione delle reti osservative.

Categorie News: