Bollettino mensile novembre 2013

Il mese di Novembre 2013 è stato caratterizzato, nel suo complesso, da temperature un pò al di
sopra delle medie del periodo rispetto al trentennio 1961-90. Relativamente alle precipitazioni,
invece, si sono avuti surplus considerevoli, causati da intensi nubifragi, su alcune zone della
Sardegna, dell’Abruzzo e delle Marche.


In una prima fase del mese si è avuto un tempo mediamente stabile e clima mite, interrotto da una
perturbazione transitata tra i giorni 3 e 6, seguita da una fase più lunga, che ha avuto inizio il giorno
9. Durante tale fase, l’irruzione di una serie di impulsi di aria fredda ed instabile sul Mediterraneo
centrale hanno finito per determinare una vasta circolazione depressionaria sul nostro Paese, dando
luogo ad un graduale abbassamento delle temperature e a condizioni atmosferiche diffusamente
perturbate.

Rispetto alle temperature, va segnalato che nella prima decade sono stati registrati valori più alti
della media climatica del periodo, con scostamenti compresi nell’intervallo 3÷5 °C per le
temperature massime e nell’intervallo 1.8÷4.5 °C per le temperature minime. Nel corso della
seconda decade i valori delle temperature sono stati mediamente in linea con i valori climatici di
riferimento, con scostamenti leggermente positivi al centro-nord e sulla Puglia. La terza decade,
invece, è stata più fredda rispetto ai valori medi del periodo su gran parte delle nostre stazioni di
rilevazione, in particolare sulle regioni del versante tirrenico e le due isole maggiori, dove gli
scostamenti sono stati compresi nell’intervallo -1÷-4 °C.

Le precipitazioni si sono concentrate principalmente nel corso della seconda e terza decade. In
particolare, su Sardegna nord-orientale, Abruzzo e Marche, le stazioni meteorologiche della rete
dell’Aeronautica Militare e dell’ENAV, hanno registrato su alcune località nuovi record storici del
cumulato mensile e/o giornaliero. Per quanto riguarda il resto del Paese, i quantitativi mensili sono
da ricondurre alla normale variabilità del periodo, con anomalie leggermente positive in particolare
sulle regioni meridionali e nord-orientali.

Clicca per visualizzare interamente il bollettino mensile

A cura del Servizio Climatologia del CNMCA