Bollettino mensile Novembre 2014

Il mese di novembre 2014 è stato caratterizzato da temperature estremamente alte. Si sono registrati, infatti, valori record nelle medie, sia delle massime che delle minime giornaliere, in grandissima parte delle stazioni della rete osservativa, e sono stati innalzati alcuni record assoluti. Anche i mari intorno all’Italia (in particolare il mar Ligure), hanno fatto registrare temperature eccezionalmente alte in relazione al periodo considerato. Tra i record sono da menzionare Capo Caccia, che ha raggiunto 20.2°C di minima, il giorno 16, e 27°C di massima, il giorno 23, e Monte Cimone, che ha raggiunto il suo massimo storico di novembre (si consideri la quota di 2165 m) pari a 13.8°C il giorno 4 (il precedente record di 13.4°C risale al lontano 1979). Minime giornaliere record si sono avute pure a Lecce (20°C) e Gela (21.8°C).
Anche i campi barici sono stati elevati, associati alla permanenza di promontori o al transito di alcune saccature. Queste ultime hanno generato persistenti correnti sciroccali, rese umide dalla anomala temperatura dei bacini, e particolarmente piovose in corrispondenza delle regioni nord-occidentali, ove le precipitazioni hanno localmente assunto carattere alluvionale. La stazione di Genova Sestri, in particolare, ha nel corso del mese, registrato 699.3 mm di pioggia e, nella sola giornata del 15, ben 174.9 mm (i precedente record per i cumulati mensile e giornaliero, entrambi del 2002, erano, rispettivamente, di 490.2 e di 107.2 mm). Anche a Passo Giovi, è stato superato sia il record mensile, passato da 617.2 (1951) a 656.5 mm, sia quello giornaliero, passato da 150 (2011) a 252.2 mm. Oltre che in Liguria, altri rilevanti picchi di precipitazione si sono avuti in Piemonte, Lombardia, Friuli e Lazio.

 

Clicca per visualizzare interamente il bollettino mensile

Categorie News: