Il COMet visita il CIRA - La Collaborazione tra CIRA e Aeronautica Militare nel settore della meteorologia

Lo scorso 27 ottobre si è tenuto a Capua un incontro tra il Centro Italiano Ricerche Aerospaziali (CIRA) ed il Centro Operativo per la Meteorologia (COMet) dell’Aeronautica Militare.
Il CIRA, geograficamente collocato nella zona di Capua, nasce nel 1984 per gestire il Programma Nazionale di ricerche Aerospaziali (PRORA) e ad oggi è un importante centro di eccellenza della ricerca aerospaziale nell’ambito di programmi nazionali ed internazionali.

Il CIRA è una società pubblico-privata, che vede la partecipazione di Enti di Ricerca, Enti territoriali ed industrie aeronautiche e spaziali, e vanta la realizzazione di strutture di prova uniche al mondo e di laboratori volanti aeronautici e spaziali. Nell’ambito dell’unità Territorio, Ambiente e Beni Culturali (TABC) il CIRA ospita un Laboratorio di Meteorologia che sviluppa ed utilizza modelli di previsione meteorologica regionale per simulare fenomeni di grande impatto ambientale.
L’incontro ha avuto l’obiettivo di discutere i punti relativi al settore meteorologico contenuti nell’accordo tra CIRA e Aeronautica Militare, rinnovato nel febbraio 2014, e di valutare future opportunità di collaborazione.

In particolare, i principali argomenti affrontati sono stati:

  • i recenti contributi del CIRA nell’ambito del consorzio per la modellistica di previsione numerica COSMO (COnsortium for Small scale MOdeling);
  • gli ultimi sviluppi nella definizione di una piattaforma per il supporto alla meteorologia aeronautica che prevede l’uso di dati da satellite;
  • il supporto meteorologico dell’A.M. alle campagne di ricerca aerospaziale.

L’incontro ha anche permesso alla delegazione del COMet di visitare alcune delle infrastrutture di test uniche al mondo, che lo Stato ha realizzato al CIRA nell’ambito del citato programma PRORA.

Categorie News: