Il Servizio Meteo dell’A.M. alla Rolex Middle Sea Race

In queste ore le imbarcazioni più performanti stanno letteralmente volando verso Malta, mentre il grosso del gruppo, più di cento barche a vela, è sgranato tra la costa della Sicilia settentrionale e lo Stretto di Messina. E’ la Rolex Middle Sea Race edizione 2015, la regata d’altura giunta alla sua trentaseiesima edizione e partita da Malta nella mattinata di sabato 17 ottobre. Quest’anno grazie al coordinamento del personale del Servizio A.M. SAR della Missione Italiana per la Collaborazione nel campo della Difesa, la più longeva delle missioni Italiane all’estero, il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare è stato chiamato a dare il suo contributo all’evento.

E così, nella serata di venerdì 16 ottobre, al briefing pre-gara, cui hanno preso parte gli equipaggi di tutte le imbarcazioni iscritte, il T.Col. Guido Guidi ha illustrato la previsione meteorologica per i giorni interessati dalla regata. Per chi va per mare, specialmente in competizione, le informazioni meteorologiche sono ovviamente cruciali. Quest’anno forse lo erano ancora di più. Nella precedente edizione, infatti, un improvviso e drammatico peggioramento delle condizioni atmosferiche aveva costretto più della metà dei partecipanti a cercare riparo nei porti della Sicilia meridionale, rinunciando quindi a completare il percorso per motivi di sicurezza o, come purtroppo è accaduto per qualcuno, per i danni subiti alle attrezzature.

Con le informazioni fornite dal Servizio meteo A.M., quindi, la regata ha preso il via nella mattinata di sabato, non appena è arrivato quel poco di vento previsto che ha consentito di prendere il largo. A far da cornice all’incredibile spettacolo degli incroci di oltre cento imbarcazioni nello specchio d’acqua del Porto Grande de La Valletta, anche la mostra statica delle forze navali e aeree maltesi, con le quali ha fatto bella mostra di se anche l’elicottero AB212 dell’Aeronautica Militare Italiana impegnato nella missione MICCD.

A tutti i partecipanti, agonisti e non, di sicuro tutti amanti del mare, non ci resta che augurare buon vento e buon divertimento! 

Categorie News: