Accuratezza delle previsioni meteorologiche, caso studio n°1: previsione oggettiva-locale della pioggia

“Che tempo fa?” è una domanda ricorrente che nel linguaggio comune è spesso riconducibile a “pioverà?” o meglio “pioverà quel dato giorno in quella località?”, ciò in quanto la pioggia è il fenomeno meteorologico che più vincola le nostre decisioni. Questa domanda oggi trova facile risposta visitando il nostro sito www.meteoam.it che riporta le previsioni puntuali su molte località nazionali. Ma quanto sono attendibili le previsioni meteorologiche che usiamo tutti i giorni?

Uno sguardo alle prossime settimane, 14 giugno - 14 luglio 2013

Il mese di giugno continuerà con un’alternanza di condizioni climatiche alquanto differenti al centro nord: periodi caldi e soleggiati saranno seguiti da fasi di tempo moderatamente perturbato. Al meridione le condizioni meteo rimarranno più stabili. Non sono comunque previste vere e proprie ondate di calore entro la fine del mese.

Previsioni aggiornate fino a tre giorni sulle principali località costiere

Sono adesso disponibili le previsioni sulle principali località costiere della penisola per la giornata odierna, l'indomani e dopodomani e le tendenze per i due giorni successivi elaborate dal Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare.

Per accedere ai contenuti di interesse scegliere Previsione e agire sui menu a tendina.

 

Bollettino mensile maggio 2013

La prima decade di maggio è stata caratterizzata da un tempo mite ed umido determinato da una circolazione atmosferica consistente in un flusso prevalentemente occidentale.
Le due decadi successive, invece, sono state contraddistinte da un flusso mediamente settentrionale, il quale ha convogliato aria di provenienza Nord-Atlantica verso l’Europa centrale.

Uno sguardo alle prossime settimane, 10 giugno – 03 luglio 2013

Il mese di giugno sarà ancora caratterizzato da un’alternanza di regimi di tempo differenti, che, sebbene con fasi di maltempo non paragonabili a quelli registrati nel mese precedente, né per intensità, né per durata, non possono definirsi ancora tipicamente estivi; conseguentemente, non sono previste vere ondate di calore.