Civitavecchia Torre Chiaruccia

CIVITAVECCHIA - Torre Chiaruccia

(RM)

4 m.s.l.m

 

CRONOLOGIA

1945

Esistenza di una stazione USA presso il comprensorio di Torre Chiaruccia

01.10.1951

Apertura della stazione meteo aeronautica di Torre Chiaruccia in sostituzione di quella di Civitavecchia, con lo stesso nominativo ed indicativo

 

Il Capo Linaro e Civitavecchia con l’ubicazione delle stazioni meteo

(in giallo le stazioni chiuse, in rosso quella operativa, in verde quella automatica)

DATI DI STAZIONE (2011)

                               http://www.meteoam.it/?q=ta/infoStazione/LIQJ/civitavecchia

 

Indicativo OMM

16214

Indicativo OACI

LIQJ

Stato attuale

Aperta

Tipologia

Manuale

Operatività

1951-

Altitudine s.l.m.

4 m.s.l.m.

Latitudine Nord

42°01’58”

Longitudine Est

11°49’59”

Comune

S. Marinella

Località

Torre Chiaruccia

Ubicazione

Complesso ex CNR a Capo Linaro

Logistica

Palazzina di proprietà A.M.

Accessibilità

Stazione isolata - Lungomare Guglielmo Marconi

Ambientazione

In riva al mare

Ostacoli

Nessuno

Capannina

Su prato

Classe stazione

2^-

Servizi espletati

S3-A4

Orario servizio UTC

06-18

Archivio

1951-

 

 

NOTE

 

Torre Chiaruccia era una torre in muratura, alta circa 15  metri vicinissima al mare e sorgeva nell'ottima posizione di Capo Linaro a Santa Marinella a pochi chilometri da Civitavecchia. Questa torre era stata costruita nel XVI° secolo per l'avvistamento delle navi saracene. Dal 1911 la torre e tutto il terreno circostante era proprietà della Marina Militare. Alla fine degli anni 20, il sito passò sotto il controllo del CNR e fu installato un impianto trasmittente ad onde corte per comunicazioni intercontinentali. Dai primi degli anni ‘30, Torre Chiaruccia vide la presenza di Guglielmo Marconi: qui ebbero inizio le prime sperimentazioni sulle microonde che si spinsero fino ai primi fondamenti del Radar. La torre fu fatta saltare dai tedeschi il 1° febbraio 1944.

Dopo la morte di Marconi, tutte le apparecchiature furono trasferite e il sito ceduto all’Aeronautica per l’installazione dell’Osservatorio meteorologico nonché di un radiofaro ed altre apparecchiature per la Navigazione Aerea.

Presso il comprensorio di Torre Chiaruccia risulta attiva una stazione meteo USA dal 5 marzo al 30 aprile 1945, funzionante H24. Di tale stazione non sono tuttavia noti altri elementi per la sua localizzazione.

Il 1 ottobre 1951 la stazione meteo aeronautica di Civitavecchia, già esistente, fu trasferita nel comprensorio di Torre Chiaruccia, mantenendo tuttavia lo stesso nominativo ed indicativo.

La stazione meteo di Civitavecchia-Torre Chiaruccia ha al suo interno una piccola ed accogliente struttura che ospita, per brevi periodi, personale e famiglie che intendono godere del sole e del mare, quasi sempre all’altezza della fama, mentre l’area viene spesso concessa per manifestazioni amatoriali di radioamatori in occasione dell’International Marconi Day. Esiste inoltre un progetto per la ricostruzione della torre così come era prima della distruzione.

Il 26 giugno 1998 l'osservatorio meteorologico venne dotato anche di una stazione automatica DCP (indicativo 16215), in affiancamento alla stazione meteorologica tradizionale, per compensare la mancanza di osservazioni notturne dalla stazione manuale. La stazione automatica è stata disattivata nel 2013.

 

                                              Il complesso di Torre Chiaruccia

 

 

La torre Chiaruccia ed il Centro radioelettrico in una immagine storica

La torre Chiaruccia dopo la distruzione e la stazione meteo, già Centro radioelettrico del CNR (Arch. SVZ Meteo 1954)

 

L’Osservatorio meteorologico di Civitavecchia-

Torre Chiaruccia. Accanto ai ruderi della torre è stato innalzato un traliccio per impianti di radioassistenza (Pagano 2011)

Ipotesi di progetto per una ricostruzione della torre.

In primo piano la strumentazione della stazione DCP (Geom Bombardi - Associazione Radioamatori Italiani)