Grigna Settentrionale

GRIGNA SETTENTRIONALE (LC)

2406 m.s.l.m

 

                                                                       CRONOLOGIA

 

10.1937

Apertura della stazione preso il Rifugio Brioschi

1939

Elevazione del servizio a stazione di 1^ classe

08.09.1943

Interruzione del servizio per eventi bellici

10.11.1948

Riapertura della stazione, come stazione ausiliaria-sussidiaria (2^ classe)

13.08.1963

Chiusura della stazione, sostituita da Valcava

01.02.1972

Riapertura della stazione in sostituzione di Valcava

30.09.1980

Chiusura dell’Osservatorio

 

                                      Il triangolo lariano con le stazioni meteo

                  La Grigna Settentrionale con il Rifugio Brioschi (Carlo Maria Pensa)

 

                                   DATI DI STAZIONE (1980)

 

Indicativo OMM

16070

Indicativo OACI

LIMD

Stato attuale

Chiusa

Tipologia

Manuale

Operatività

1939-43; 48-63; 72-80

Altitudine s.l.m.

2406

Latitudine Nord

45°57’11”

Longitudine Est

09°23’15”

Comune

Pasturo

Località

Grigna settentrionale

Ubicazione

Rifugio Brioschi

Logistica

Due stanze al 1° p

Accessibilità

Stazione isolata, 5 ore a piedi per mulattiera

Ambientazione

Alta montagna

Ostacoli

Nessuno

Capannina

A finestra

Classe stazione

2^

Servizi espletati

S2-A3-SPECI-MON-

VAL

Orario servizio U.T.C.

03-18

Archivio

1951;53-63; 73-80

 

NOTE

La Grigna Settentrionale o Grignone, è la vetta più alta del gruppo delle Grigne, attualmente posto in provincia di Lecco a cavallo tra il Lago di Como e la Valsassina. Sulla cima della Grigna sorge il Rifugio Brioschi, inaugurato il 10 ottobre 1895 con il nome di Capanna Grigna Vetta, successivamente ampliato assumendo il nuovo nome. Presso il Rifugio Brioschi fu installata, nell’ottobre 1937 un stazione meteorologica, che nel 1939 fu elevata a stazione di 1^ classe. La stazione fu operativa fino all’8 settembre 1943. Il rifugio fu distrutto nel 1944. Ricostruito il rifugio nel 1948, il 10 novembre 1948 fu riaperto l’Osservatorio meteorologico, come stazione ausiliaria-sussidiaria, con orario 03-18. L’Osservatorio godeva di una situazione panoramica eccezionale, con visibilità a 360° su tutto l’arco alpino nord-occidentale, l’Oberland Bernese, fino alle montagne del Trentino e a sud fino al Monte Cimone al di là della Pianura padana.

La stazione era raggiungibile solamente a piedi in circa 5 ore di cammino superando un dislivello di circa 1700 m. D’inverno era impossibile raggiungere il rifugio senza guida. Le osservazioni venivano effettuate da due incaricati civili e trasmesse direttamente via radio a Milano Linate.

L’Osservatorio fu chiuso per motivi logistici il 13 agosto 1963 e sostituito dalla stazione di Valcava. Il 1 febbraio 1972 fu nuovamente aperto in sostituzione della stazione di Valcava, chiusa sotto la stessa data. L’Osservatorio fu chiuso definitivamente il 30 settembre 1980.

Il Rifugio Brioschi nel 1949. Manca la parte posteriore ampliata successivamente (Arch. SVZ Meteo)

Il Rifugio Brioschi da Est. E’ visibile la capannina a finestra, il pluviometro e l’antenna RT. (arc.SVZ meteo)