Malga Sasso

MALGA SASSO

(BZ)

11740 m.s.l.m

 

 

CRONOLOGIA

1931

Apertura stazione di 2^ classe presso la casermetta della M.V.S.N. in sostituzione della stazione di Brennero

01.09.1936

La stazione è classificata come stazione di 1^ classe

1937

Chiusura stazione sostituita dalla stazione di Vipiteno e poi da Passo Giovo

 

 

 

 

 

La zona di Passo del Brennero e  della

Malga Sasso

I ruderi della Casermetta G.d.F.

DATI DI STAZIONE (1936)

Indicativo OMM

== (307)

Indicativo OACI

== (O07)

Stato attuale

Chiusa

Tipologia

Manuale

Operatività

1931-1938

Altitudine s.l.m.

1740 m

Latitudine Nord

46°59’49”

Longitudine Est

11°29’29”

Comune

Brennero

Località

Malga Sasso

Ubicazione

Casermetta G.d.F

Logistica

N.N.

Accessibilità

Stazione isolata. 1h a piedi o in fuoristrada

Ambientazione

Di alta montagna

Ostacoli

Montagne ad Ovest

Capannina

N.N.

Classe stazione

1^

Servizi espletati

S2-A3-PILOT

Orario servizio UTC

06-20

Archivio

N.N.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

NOTE

La stazione di Malga Sasso fu aperta in sostituzione di quella di Brennero già nel 1931, per l’assistenza alla navigazione aerea sulla rotta passante per il Passo del Brennero, ed operante come stazione di 2 classe con orario ridotto (dalle 09 alle 17). Era ospitata presso una casermetta della Milizia Confinaria, reparto della Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale (M.V.S.N.), a cui era demandato il controllo dei valichi alpini.

Alla data del 1 settembre 1936, la stazione viene classificata come stazione di 1^ classe, ancorché con servizio ridotto (06-20). La stazione venne chiusa alla fine del 1937 e sostituita  dalla stazione di Vipiteno e successivamente da quella di Passo Giovo, avente un panorama più aperto sulla valle dell’Isarco.

Dopo la guerra la casermetta di Malga Sasso, passata alla Guardia di Finanza,  fu fatta oggetto di un attentato il 9 settembre 1966 da parte di terroristi separatisti altoatesini. Tre finanzieri furono uccisi.

Il luogo, molto suggestivo, è raggiungibile solo a piedi (la strada forestale praticabile agli automezzi è chiusa al traffico ordinario) dalla statale del Brennero. Rimangono i ruderi della casermetta ed un cippo in ricordo dei finanzieri uccisi.

 

La Casermetta di Malga Sasso dopo l’attentato

La stessa località nel 2011 (Pagano 2011)