Uno sguardo alle prossime settimane, 21 giugno - 21 luglio 2013

Dalla data odierna fino all’inizio del mese di luglio si assisterà alla permanenza di un regime prettamente ciclonico su tutta l’Europa Centrale con passaggio di perturbazioni atlantiche, che interesseranno con i loro effetti principalmente le regioni settentrionali italiane e marginalmente quelle centrali. In particolare al Nord si assisterà ad un’alternanza di fasi di bel tempo e di condizioni perturbate con attività temporalesca sparsa, mentre su quelle centrali le precipitazioni saranno maggiormente concentrate sulle aree appenniniche; condizioni inizialmente estive invece su tutto il Meridione, con relativo peggioramento verso la fine di giugno. Riguardo alle temperature si assisterà, verso fine mese, ad una generale diminuzione dei valori che potranno scendere al di sotto delle medie stagionali.

Nella prima decade di luglio il flusso diverrà prettamente occidentale: ancora possibilità di passaggi frontali sulle regioni settentrionali, sebbene più rari e maggiormente localizzati sulle aree alpine e prealpine; generale stabilizzazione delle condizioni sulla restante parte del territorio nazionale, con tempo soleggiato e temperature che tenderanno a ritornare nelle medie del periodo.

Durante la seconda decade del mese, l’ingresso di un consistente anticiclone di origine africana richiamerà aria subtropicale su tutta l’area mediterranea apportando un intenso aumento delle temperature sulle nostre regioni che, per intensità e durata (almeno 5 giorni), potrebbe essere considerata come ondata di calore.

 

A cura del Servizio Analisi e Previsioni del CNMCA