Uno sguardo alle prossime settimane, 2 agosto - 1 settembre 2013

Dopo una  iniziale fase di caldo torrido, dovuta alla seconda e probabilmente ultima ondata di calore della stagione, il mese di agosto proseguirà con l’ingresso di correnti nord-occidentali decisamente più fresche e gradevoli. Il passaggio dalla fase di caldo intenso al regime più fresco avverrà intorno al 10 di agosto.

Prima decade di agosto:  ondata di calore su  tutte le regioni con temperature che potranno localmente raggiungere e superare i 40°C con forte disagio climatico sulle zone pianeggianti a causa dell’elevata umidità;  sulle regioni meridionali il disagio sarà parzialmente attenuato da una seppur debole ventilazione settentrionale.  Il caldo torrido persisterà quindi sino a fine decade quando, a seguito di una perturbazione atlantica,  aria decisamente più gradevole interesserà la penisola riportando  le temperature nelle medie del periodo.

Seconda decade di agosto: la perturbazione sopra menzionata determinerà, seppur per pochi giorni, lo sviluppo di temporali sulle regioni settentrionali e su quelle adriatiche mentre sul resto d’ Italia porterà principalmente una ventilazione più sostenuta con scarsità di precipitazioni ed una generalizzata diminuzione delle temperature.

Terza decade di agosto:  le zone alpine e marginalmente la pianura padana potranno essere interessate da temporali ad evoluzione diurna dovuti al passaggio di perturbazioni atlantiche che transiteranno sull’Europa centro-settentrionale. Sul resto del paese persisterà tempo decisamente stabile e soleggiato con scarsità o assenza di precipitazioni e temperature sui valori medi stagionali o al più lievemente superiori.

A cura del Servizio Analisi e Previsioni del CNMCA