1° C.M.R.

 


1°C.M.R.







Il 1° Centro Meteorologico Regionale, 1° CMR, di Milano Linate provvede all'assistenza di base specifica per le attività aeronautiche sia civili sia militari sull'intera area nazionale, partendo dalle informazioni e dai prodotti di riferimento del Centro Nazionale di Meteorologia e Climatologia Aeronautica, CNMCA.
Sorveglia 24 ore su 24 le condizioni meteorologiche che possono influenzare le operazioni di volo sull'aree nazionali ed emette le previsioni a carattere aeronautico e gli avvisi per la sicurezza della navigazione aerea SIGMET e AIRMET.
 





La nuova sede, terminata nel 1993, rappresenta un luogo di lavoro ideale per il personale, prevalentemente impegnato in turnazioni H24: articolata su due livelli, ospita al piano terra un’ampia e attrezzata sala briefing, le sale operative ed il centro di calcolo. Quest’ultimo è diventato negli ultimi anni il punto nevralgico di tutta l’attività operativa, svolgendo il duplice ruolo di Centro Comunicazioni per l’accentramento meteo da tutto il nord Italia e di server di rete sia locale che geografica. Al primo piano sono invece ubicati tutti gli uffici, mente sul terrazzo sono installate le antenne, l’eliofanografo ed il pireliometro della rete nazionale. La Stazione di Radiosondaggio è invece distaccata all’Aerostazione civile di Linate – Aeroporto Forlanini, nei pressi dell’Idroscalo.

Provvede a gestire l'accentramento diretto e l'archiviazione dei dati e prodotti di base, nazionali e internazionali per garantire una produzione minimale meteo-aeronautica, assicurandone la disponibilità a tutti gli enti di Forza Armata e della Difesa e fungendo in tal modo anche da "back-up" parziale del CNMCA, ossia da sostituto di quest'ultimo per un numero limitato ma essenziale di prodotti.
Il 1° CMR rappresenta anche il polo di riferimento meteo per l'intero bacino dell'Italia settentrionale, tramite numerose collaborazioni a carattere istituzionale. Tra queste le principali sono:


  • previsione alpina "Meteomont" in supporto al Comando Truppe Alpine di Bolzano e al Corpo Forestale dello Stato. Ciò per la salvaguardia della vita in aree montane con la relativa segnalazione del rischio "valanghe" anche per voli a bassa quota.

  • collaborazione con l'Autorità di Bacino del fiume Po. Il 1°CMR emette un allertamento per precipitazioni intense e persistenti nel bacino del fiume, diretto al Magistrato del Po e finalizzato alla prevenzione del rischio alluvionale;

  • gestione, su delega, dei programmi internazionali di cooperazione meteorologica per l'area alpina e subalpina, Mesoscale Alpine Project, MAP..

     





Collocato in un contesto impegnativo e stimolante, il 1° CMR è stato coinvolto in diverse iniziative e collaborazioni con enti esterni. Tra queste va certamente ricordata, per durata ed impegno, la collaborazione con il METEOMONT del Comando Truppe Alpine di Bolzano e con il Corpo Forestale dello Stato, che vede il 1°CMR come centro di previsione meteorologica specializzata per l’ambiente alpino ed appenninico e di accentramento dati non GTS. Un’importante ricaduta recente di questo impegno sull’attività dell’A.M. è costituito dalla diffusione del grado di rischio per valanghe ai reparti dell’Aeronautica per la pianificazione dei voli a bassa quota.